(foto depositphotos)

Egregio Direttore, non è stata ripristinata l’esenzione IMU per i pensionati residenti all’estero e due deputate del PD, Francesca La Marca e Angela Schirò, in un loro comunicato congiunto, parlano di apprezzabili misure e risultati nella legge di bilancio per gli italiani residenti oltre confine. Tutto ciò è vergognoso e irrispettoso verso la collettività italiana che viene presa per i fondelli, innanzitutto, dai parlamentari del PD e del M5S che attualmente governano l’Italia ma, complessivamente, da tutti i 18 rappresentanti eletti nella Circoscrizione Estero.

L’IMU, insieme a TASI, TARI e Canone Rai, era uno dei punti presenti nel loro programma elettorale, invece ora senza un minimo di decenza e imbarazzo vorrebbero far passare, in modo ambiguo, una sconfitta e un danno per gli italiani che vivono all’estero, come una semplice disattenzione. Abbiamo mandato nel Parlamento italiano diciotto incapaci che invece di tutelarci, hanno solo acconsentito, in modo servile, alle direttive di questo governo che è contro gli italiani all’estero, visti sempre come mucche da mungere.

Infine, saremmo curiosi di leggere qualche lettera di protesta da parte del CGIE e dei Comites contro l’abolizione della suddetta esenzione. Ma forse è meglio non aspettarci nulla, perché questi due organismi dell’emigrazione non andranno mai contro la loro stessa famiglia, cioè il PD. D’altra parte è stata solo una semplice dimenticanza! Spero che questa maggioranza di governo vada a casa il più presto possibile, in quanto rappresentano il dolce far niente, e chi li sostituirà possa immediatamente ripristinare l’esenzione dell’IMU non soltanto ai pensionati, bensì a tutti gli italiani che risiedono al di fuori dei confini nazionali.

Gerardo Petta

Consigliere Comites di Zurigo