Il logo del massimo campionato di calcio di serie A.

Paradosso natalizio. L’ultimo turno del 2019 inizia oggi pomeriggio, mercoledì, alle 18.55 (prima di Brescia-Sassuolo, ore 20.45, recupero della settima giornata, quando morì Giorgio Squinzi) e viene spalmato come un patè fino a domenica 22. Giorno in cui a Riad si giocherà la finale di Supercoppa tra Juve e Lazio. I bianconeri quindi anticipano oggi a Marassi, mentre i biancocelesti recupereranno il match col Verona il 5 febbraio 2020.

SAMPDORIA-JUVENTUS oggi, ore 18.55

Sampdoria Ranieri perde Vieira per squalifica e Ekdal per infortunio, ma dovrebbe recuperare Jankto, che si piazzerebbe tra Depaoli e Linetty in un 4-3-1-2 in cui torna dal 1’ Gabbiadini.

Juventus Tornano disponibili Cuadrado e Pjanic ma esce Bentancur, squalificato. Di nuovo titolari De Ligt e Alex Sandro. Difficile rivedere il tridente pesante, Bernardeschi favorito su Ramsey alle spalle di Ronaldo e Higuain, che sembra in vantaggio su Dybala. Sempre out Szczesny, tocca ancora a Buffon.

FIORENTINA-ROMA venerdì, ore 20.45

Fiorentina Dopo il gol all’Inter, Vlahovic potrebbe tornare titolare al posto di Boateng. Per il resto si va verso la conferma dell’11 sceso in campo domenica. Ma Benassi insidia Badelj.

Roma Torna dalla squalifica Mancini, farà coppia con Fazio. Potrebbe recuperare Kluivert, ma alto a sinistra il ballottaggio è tra Perotti e Mkhitaryan.

UDINESE-CAGLIARI sabato, ore 15

Udinese Difficile il recupero di Jajalo, solito ballottaggio Lasagna-Nestorovski per affiancare Okaka in attacco.

Cagliari Oltre a Olsen, che deve scontare l’ultima giornata della maxi-squalifica, al Friuli non ci sarà neanche Nandez, che era diffidato ed è stato ammonito nel match contro la Lazio.

INTER-GENOA sabato, ore 18

Inter Già con l’infermeria piena, l’Inter perde anche Brozovic e Lautaro per squalifica. Asamoah non recupera, Candreva potrebbe farcela ma Conte non lo vede interno, quindi si va verso l’esordio dal 1’ del baby Agoume. Gagliardini al massimo in panchina. Ballottaggio tra Esposito e Politano per sostituire Martinez. Possibile il ritorno di Godin.

Genoa Torna Agudelo, mentre Pandev deve scontare un altro turno di squalifica. Possibile il passaggio al 3-5-1-1, con Radovanovic al posto dell’infortunato Sturaro e lo stesso Agudelo alle spalle di Pinamonti.

TORINO-SPAL sabato, ore 20.45

Torino Belotti è apparso ancora indietro dopo l’infortunio e Mazzarri potrebbe confermare Zaza anche contro la Spal. A destra De Silvestri si candida al posto di Aina.

Spal Semplici ritrova Kurtic, che dovrebbe mandare in panchina Murgia. Da decidere il partner in attacco di Petagna. Potrebbe spuntarla Floccari.

ATALANTA-MILAN domenica, ore 12.30

Atalanta Torna disponibile Gomez, che manderà in panchina Malinovskyi. Pasalic trequartista, Hateboer in vantaggio su Castagne. Difficile il recupero di Ilicic.

Milan Pioli perde per squalifica Hernandez e Paquetà. Il francese verrà sostituito da Rodriguez, mentre il brasiliano era comunque destinato alla panchina. Per il resto si va verso la conferma dell’undici che ha iniziato le ultime tre gare.

LECCE-BOLOGNA domenica, ore 15

Lecce Appena rientrato dalla squalifica per la rissa col Cagliari, Lapadula (che era diffidato) viene di nuovo fermato dal giudice sportivo. Stesso destino per Majer. Al loro posto dovrebbe toccare a Tabanelli e Babacar. Al fianco di Lucioni torna Rossettini.

Bologna Danilo è squalificato, Mihajlovic potrebbe accentrare Tomyiasu, con Mbaye a destra. Da verificare il recupero di Soriano.

PARMA-BRESCIA domenica, ore 15

Parma Kucka non recupera, così come Cornelius. Sempre out Inglese e Karamoh. In attacco con Gervinho e Kulusevski toccherà dunque a Sprocati.

Brescia Stasera la squadra di Corini attende il Sassuolo nel recupero della settima giornata.

SASSUOLO-NAPOLI domenica, ore 20.45

Sassuolo Anche gli emiliani devono prima recuperare il match non disputato a inizio ottobre per la morte del patron Squinzi.

Napoli Perso Koulibaly e senza Maksimovic, che deve scontare l’ultimo turno di squalifica, Gattuso dietro ha le scelte obbligate, con Luperto al fianco di Manolas. Davanti, intoccabile Milik, potrebbe toccare ancora a Callejon, con Lozano al posto di uno spento Insigne.