(foto depositphotos)

Il coronavirus ha rivoluzionato anche il calendario delle coppe europee. La Uefa ha un’unica certezza, quella di terminare Champions e Europa League a tutti i costi. A breve verranno selezionate le migliori otto squadre di entrambe le competizioni, si arriva nella fase finale della stagione, quella più appetibile in ottica diritti tv. Quarti, semifinali e finale sono eventi seguitissimi in tutta Europa, la Uefa non ha alcuna intenzione di fermarsi nel momento clou della stagione ma deve organizzarsi senza mettere a repentaglio la salute dei componenti delle varie squadre che sono ancora in corsa. Sono spettatrici interessate ben cinque società italiane. Parliamo di Juventus, Napoli e Atalanta per la Champions League e di Roma e Inter per l’Europa League. Il piano della Uefa è quello di concludere le partite che restano degli ottavi di finale di entrambe le competizioni subito dopo la fine dei campionati nazionali. Una volta selezionate queste squadre, si procederà a gare ad eliminazione diretta che verranno disputate a porte chiuse. Tutto questo accelererà il termine della stagione europea. Secondo il piano della Uefa, le finali dovrebbero disputarsi a fine agosto. La finale di Europa League dovrebbe disputarsi a Danzica, in Polonia, il 26 agosto, mentre quella di Champions League dovrebbe disputarsi a Istanbul, in Turchia, il 29 agosto. Le sedi delle finali non sono state spostate perché Polonia e Turchia sono state tra le Nazioni meno colpite dal coronavirus.

ANDREA PELAGATTI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome