Nel mondo dell’editoria la domanda è più o meno sempre la stessa: ma la carta sopravvivrà al mondo digitale? C’è chi dice sì, chi dice no, come è ovvio che sia.

Noi siamo positivi e pensiamo proprio di sì. Magari anche per un fatto affettivo: toccare, odorare e sfogliare un giornale ti lascia delle emozioni che ovviamente internet non può trasmetterti.

Ma da qualche anno “La Gente d’Italia”, come ben sapete, si è aperto anche all’online, grazie a un sito internet che, forte della notorietà ottenuta dalla versione cartacea, pian piano ha trovato la propria autorevolezza. Lo notiamo grazie alle interazioni che quotidianamente abbiamo con i lettori (oltre che ovviamente dall’Uruguay, ci seguono con attenzione anche dagli Stati Uniti, dalla Norvegia, dall’Argentina, dalla Germania, dalla Spagna, dalla Svizzera, da Hong Kong, dalla Francia e dal Belgio, da Singapore, dall’Australia, dal Marocco e dal Sudafrica, dalla Tunisia, dal Cile e dal Perù, dal Brasile, dal Paraguay, dal Messico…), e lo notiamo anche grazie ai numeri ottenuti da Google Analytics.

Per fare un esempio, ad aprile abbiamo sfiorato le 60mila visite di singoli utenti che hanno letto il nostro giornale. Più di 80mila il numero delle pagine viste nello stesso lasso di tempo. Insomma, c’è grande fermento: gli italiani all’estero hanno voglia di notizie e desiderano essere informati. Giustamente, aggiungiamo noi. Lo notiamo anche grazie alla pagina Facebook ufficiale de ‘La Gente d’Italia’.

Anche in questo caso, passo dopo passo, questo social sta diventando un punto di riferimento importante per tutte quelle persone che desiderano essere aggiornati in tempo reale sulle notizie più importanti che arrivano principalmente dal BelPaese.

E oggi possiamo dirlo: su Facebook ‘La Gente d’Italia’ è in tutto il mondo la pagina più seguita tra i giornali cartacei per gli italiani all’estero che hanno un edizione online: quasi 100mila gli utenti che hanno visualizzato i post nel mese di aprile. E i numeri sono sempre in aumento.