L'azienda giapponese Asahi Tanker ha messo a punto le prime due navi cisterna elettriche a zero emissioni al mondo: il modello debutterà nella baia di Tokyo tra il 2022 e il 2023. La mobilità ecosostenibile, dopo aver coinvolto praticamente ogni mezzo di trasporto, tocca anche l’ambiente marittimo con la prima petroliera elettrica.

Lo stoccaggio di energia offre i vantaggi per le navi con un profilo operativo molto variabile, come le navi a corto raggio o costiere, piuttosto che quelle che tendono a una velocità costante a lungo raggio. Ma alcuni progetti pionieristici potrebbero dimostrare che anche le grandi navi cisterna possono beneficiare delle installazioni di batterie.

E la notizia che arriva dal Giappone ha confermato l’arrivo tra il marzo 2022 e il 2023 della prima petroliera a batteria della storia, progettata da Asahi Tanker e destinata a solcare le acque della Baia di Tokyo per il trasporto di carburanti tradizionali.
"Il tema della sostenibilità è fondamentale, un paradigma imprescindibile per il miglioramento del pianeta. Il Giappone terza potenza del mondo: concreto,  pioniere e innovativo", è il commento di Mattia Carlin Advisor della Fondazione Italia Giappone con sede alla Farnesina.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome