Sergio Mattarella (Depositphotos)

"L'Italia è chiamata oggi ad una prova impegnativa, ma ha tutte le carte in regola per superarla. Tutte le regioni saranno unite per la causa comune, ne usciremo da grande Stato". Queste sono state le parole del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha aggiungento: "Decisiva sarà la capacità di tenere insieme pluralità e vincolo unitari".

"La dura lotta alla pandemia ci ha posto di fronte a nuovi interrogativi: come migliorare il servizio ai cittadini ed evitare che conflitti tra possano creare inefficienze paralizzanti o aprire pericolose fratture nella società", continua Mattarella, nel suo messaggio per i 50 anni delle Regioni. "Le intese tra Stato, Regioni, Comuni, Province sono parte qualificante dell'azione di governo".

"Cinquant'anni or sono i cittadini delle Regioni a statuto ordinario vennero chiamati per la prima volta alle urne per eleggere i loro rappresentanti nei Consigli regionali. Il principio di autonomia, delle Regioni e degli enti locali, è alle fondamenta della costruzione democratica, perché appartiene al campo indivisibile delle libertà e costituisce un regolatore dell'equilibrio costituzionale e un contributo all'unità nazionale", conclude.