Sono tre i giovani, ma già famosi, sommelier spagnoli vincitori della terza edizione del concorso 'ItmakEs - Prepara il tuo Futuro' organizzato dall'Ambasciata d’Italia in Spagna, insieme all’Ufficio ICE di Madrid e alla Camera di Commercio Italiana per la Spagna.

Appena trentenni, Carlos che lavora da quattro anni al ristorante stellato “Orobianco” di Calpe, vicino Alicante; Aitor di mastro di cantina presso il prestigioso Ristorante Azurmendi di Larrabetzu, vicino Bilbao e Gonzalo, da cinque anni aiutante sommelier al “Pinkleton & Wine”, una delle vinerie più trendy del popolare “Mercado de San Miguel” di Madrid, avranno la possibilità di approfondire la conoscenza di vini e cantine italiane presso Alma, la Scuola internazionale di Cucina italiana, il più autorevole centro di alta formazione dedicata all’ospitalità e alla ristorazione Italiana, con sede a Colorno, vicino Parma. Il corso di formazione prevede lezioni in aula e viaggi nelle principali regioni vitivinicole italiane, in particolare in Piemonte, Toscana ed Emilia Romagna, con la possibilità di scoprire i segreti di vini prestigiosi come Barolo, Barbera, Chianti e Lambrusco.

L’esperienza permetterà inoltre ai tre giovani sommelier di conoscere i luoghi di produzione di alcuni prodotti iconici italiani come il Parmigiano Reggiano, l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena e approfondire la tradizione gastronomica italiana per cogliere appieno le possibilità di abbinamento e di valorizzazione dei migliori vini “Made in Italy”. ''Nonostante le difficoltà degli ultimi mesi, siamo felici del fatto che si possa avviare in sicurezza questa esperienza formativa davvero speciale, dedicata a tre giovani e promettenti sommelier spagnoli'' ha dichiarato l’Ambasciatore d’Italia a Madrid, Riccardo Guariglia.

''D’altronde, proprio in un momento complesso come quello che stiamo vivendo - ha aggiunto - le istituzioni italiane in Spagna vogliono confermare il loro impegno nell’avvicinare i nostri due Paesi e continuare ad investire sulla formazione dei giovani e sul loro futuro. Sono particolarmente lieto che questo percorso di avvicinamento sempre più stretto tra i nostri Paesi possa realizzarsi nell'ambito dell’enogastronomia, che già unisce profondamente Italia e Spagna nel segno della dieta mediterranea''.

''In un anno tanto complesso per l’Italia e per la Spagna – ha aggiunto Ciro Fontanesi, Coordinatore della “ALMA Wine Academy” - è bello poter ricevere presso la nostra Scuola i sommelier spagnoli vincitori del concorso realizzato  nell’ambito della “Settimana della Cucina Italiana nel mondo”. Si tratta del terzo ciclo di formazione che organizziamo per promettenti giovani sommelier spagnoli affinché possano conoscere direttamente sul territorio la straordinaria complessità e qualità delle nostre produzioni vitivinicole. Siamo fortemente convinti della valenza del conoscere con mano, territori, culture e tradizioni che contraddistinguono la grande biodiversità enogastronomica del nostro Paese''.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome