Depositphotos

Il giorno 'X' è alle porte. Arriverà domani, venerdì 18 dicembre, il dpcm che farà (finalmente) chiarezza sul Natale. Domani, infatti, si riunirà il Consiglio dei ministri, dopodiché il premier Conte parlerà in tv per spiegare alla popolazione le nuove misure che entreranno in vigore a partire probabilmente da sabato 19 dicembre.

Dunque, cosa dobbiamo aspettarci? Il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, ha ribadito la propria posizione ai microfoni di Sky Tg 24: “Dobbiamo tutelare i più fragili e gli anziani, anche a costo di essere impopolari. Dovremo passare il Natale ognuno a casa sua”.

Boccia ha poi aggiunto che “se qualcuno ipotizza feste, cenoni, assembramenti sbaglia di grosso”.

L'ipotesi è quella di un'unica zona rossa in tutto il Paese dal 24 al 27 dicembre e dal 31 al 3 gennaio, con possibili deroghe solo per le messe o per incontrare genitori o partner. Di fatto, sarà vietato uscire di casa. Importante sarà il confronto di oggi tra Conte e Italia Viva e l'ultimo vertice governo-regioni.

C'è, intanto, chi ha anticipato Palazzo Chigi. E' Luca Zaia, governatore del Veneto, che ha sancito la chiusura dei confini comunali dopo le 14 dal 19 dicembre fino al 6 gennaio.