Morto il diplomatico che portò il prosciutto di Parma negli Usa (foto: depositphotos)

Fece innamorare gli americani del Prosciutto di Parma. Fu lui a far arrivare questa straordinaria "eccellenza tricolore" sui mercati Usa. Ebbene, se ne parliamo al passato è perché David Biltchik, 84 anni, diplomatico statunitense e storico ambasciatore della "ghiottoneria" di casa nostra, si è spento nei giorni scorsi a Washington D.C., a 84 anni, a seguito dell'aggravarsi di una recente malattia. Biltchik - scrive la Gazzetta di Parma - è stato un grande protagonista della storia del Prosciutto di Parma, di cui si innamorò negli anni Ottanta. Fu lui, dunque, il principale artefice dell'apertura del mercato statunitense a questa succulenta pietanza.

IL PROSCIUTTO DI PARMA ALLA "CONQUISTA" DEGLI USA
Le cronache narrano che il primo Prosciutto di Parma valicò i confini degli States l'1 ottobre del 1989. Da allora è stato un crescendo continuo, grazie anche alla promozione appassionata condotta proprio da Biltchik, a tal punto che ancora oggi gli Stati Uniti rappresentano il primo mercato, in termini di esportazioni, del celebre marchio parmense. Nella sua lunga carriera, Biltchik è stato un diplomatico ed ha ricoperto numerosi ruoli in politica, ma il suo più grande interesse, nonché competenza, era il commercio internazionale e gli affari tra Italia, Giappone e Stati Uniti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome