(foto depositphotos)

In ambito territoriale cinema, teatri e palestre potrebbero finalmente rivedere la luce del sole. Dopo le piste da sci (riapriranno il 15 febbraio ndr.), anche altre attività potrebbero riattivarsi, con ingressi contingentati, dal 6 marzo, giorno in cui scadrà il dpcm Conte.

DALLE REGIONI: “PROROGATE STOP SPOSTAMENTI” “Al nuovo governo chiederemo un incontro per una discussione sul nuovo Dpcm, per valutare possibili graduali riaperture nel rispetto di tutti i protocolli di prevenzione”, spiega il presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini, che si fa portavoce della richiesta di “prorogare il Dl che vieta gli spostamenti”, da avanzare “al ministro Francesco Boccia, oltre che al presidente del Consiglio incaricato, Mario Draghi“.