Depositphotos

Irregolarità e criticità in 99 sedi su 390, praticamente in più di una su quattro. È preoccupante la situazione delle Guardie Mediche in Italia, dopo il blitz dei Nas che hanno effettuato controlli a sorpresa da nord a sud.

In più di un’ispezione su quattro, appunto, i carabinieri hanno riscontrati situazioni di inadeguatezza dei locali, insufficienza di misure anti Covid, farmaci scaduti e più in generale “criticità strutturali e organizzative”.

Nel mirino la mancata vigilanza dei dirigenti Asl. Diciannove le denunce all’autorità giudiziaria, mentre altre 85 persone sono state segnalate alle autorità amministrative e sanitarie delle rispettive regioni.