Dario Franceschini (foto depositphotos)

Nel giorno in cui viene annunciata la nomina del nuovo direttore dell'area archeologica di Pompei (si tratta dell'archeologo tedesco Gabriel Zuchtriegel), il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, prova anche a fare il punto su mondo degli spettacoli e cultura, probabilmente il settore più penalizzato in assoluto dalle chiusure disposte a causa della pandemia.

AL LAVORO PER RIAPRIRE TEATRI E MUSEI
Nella cornice del Colosseo, dove Franceschini ha tenuto una conferenza stampa, l'esponente del governo ha spiegato che sta "discutendo con le categorie interessate" e che si confronterà "col Comitato tecnico scientifico per capire se con protocolli maggiori di sicurezza si potranno riaprire cinema e teatri e i musei nel weekend". "Ovviamente - ha ribadito - prima di tutto viene la salute, ma speriamo e lavoriamo per riaprire il prima possibile".

ECCO I PAGAMENTI PER GLI ARTISTI SCRITTURATI
"Il Mibact, tramite la Direzione generale spettacolo - ha poi aggiunto Franceschini - ha attivato la procedura di pagamento urgente dei contributi in favore degli artisti scritturati per spettacoli teatrali, musicali, circensi e di danza annullati o cancellati a causa delle misure di contenimento della pandemia".

FONDI SUI CONTI CORRENTE
"Da ieri sera gli aventi diritto stanno iniziando a ricevere i fondi direttamente sui propri conti correnti. Un altro intervento per il mondo dello spettacolo dal vivo che si aggiunge alle tante misure messe in campo sin dai primi giorni della pandemia che per questo settore valgono oltre il miliardo di euro'' ha concluso il ministro sottolineando che "continueremo a sostenere i lavoratori e le imprese della cultura sino a quando la crisi non sarà finita e interverremo per prevedere e migliorare il sistema delle tutele".