Antonio Catricalà nella foto che campeggia sul sito della società Aeroporti di Roma, di cui era presidente

Trovato morto a Roma Antonio Catricalà, ex viceministro, ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio ed ex garante dell'Antitrust. Aveva 69 anni e il suo corpo senza vita è stato rinvenuto nel balcone della sua abitazione, nell'esclusivo quartiere dei Parioli.

Accanto al cadavere una pistola. La pista del suicidio quella più accreditata dagli inquirenti, ma la macchina delle indagini si è già messa in moto, con l'apertura di un'indagine da parte della Procura di Roma. Sul posto alcune pattuglie della polizia e una squadra della scientifica.

Dal 2017 Catricalà era presidente del cda della società Aeroporti di Roma e nei giorni scorsi aveva ricevuto la nomina a presidente dell'Igi, l'Istituto grandi infrastrutture. Per sei anni, dal 2005 al 2011, era stato presidente dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato, quindi sottosegretario alla presidenza del Consiglio del governo Monti dal novembre del 2011 e viceministro dello Sviluppo del governo di Enrico Letta
nel 2013. Un minuto di silenzio in sua memoria è stato osservato in Senato.