Zielinski (foto depositphotos)

Sei gol, due legni, tre rigori e una prodezza annullata: succede di tutto tra Sassuolo e Napoli, che si dividono un punto per parte al Mapei Stadium al termine di una partita dalle mille emozioni.

Un punto per uno e tutti scontenti, visto che il pari serve a poco alla squadra di De Zerbi, che rimane a debita distanza dal treno europeo, e ancor meno a quella di Gattuso, che non riesce ad avvicinarsi alla zona Champions.

Nel primo tempo va a segno Insigne con un pregevole destro a giro, ma dalla sala Var annullano per dubbio fuorigioco. Segna così il Sassuolo, con Maksimovic che devia nella sua porta una punizione di Berardi. Zielinski pareggia col sinistro, ma prima del riposo Hysaj fa fallo su Caputo e dal dischetto Berardi batte Meret.

Nella ripresa il Napoli rischia il crollo, per due volte è salvato dalla traversa. Al 27', però, Insigne pennella per Di Lorenzo che deve solo appoggiare a porta vuota. Nel finale accade l'incredibile. Haraslin regala un rigore abbattendo Di Lorenzo in area e Insigne spiazza Consigli. Ma a tempo scaduto Manolas stende proprio Haraslin e Caputo, dal dischetto, firma il definitivo 3-3.