Opportunità per export e investimenti, collaborazione culturale e promozione della lingua italiana: questi gli argomenti che sono stati al centro dell’incontro che l’ambasciatore italiano in Argentina, Giuseppe Manzo, ha avuto con il governatore della Provincia di San Juan, Sergio Mauricio Unac.

«Energie rinnovabili, agroindustria, disegno industriale sono settori su cui sta puntando San Juan e su cui le imprese italiane sono pronte a cogliere le opportunità in questa dinamica regione del paese», ha commentato l’ambasciatore Manzo al termine del colloquio, preceduto al palazzo di Governo dall’incontro con il Governo della Provincia, il vice governatore Roberto Gattoni e il ministro di Governo, Fabiola Aubone.

L’incontro rientra nel programma «Italia en 24» realizzato dall’ambasciata a Buenos Aires per favorire contatti diretti di imprese e istituzioni italiane con le 24 province argentine. Ambasciatore e governatore hanno concordato che la prossima edizione di «Italia en 24» sarà dedicata a San Juan, per presentare le opportunità nell’economia e nella cultura anche in vista della realizzazione a San Juan di iniziative legate al teatro, ai 700 anni di Dante Alighieri e alla promozione della lingua italiana.

Tra gli incontri a San Juan, c’è stato anche il colloquio con la direttrice del Teatro del Bicentenario, che ha un accordo di collaborazione con il San Carlo di Napoli e un progetto di formazione con la Scala di Milano. La visita del rappresentante diplomatico italiano si è aperta con l’incontro con esponenti della collettività italiana. Sono circa 8 mila i connazionali residenti a San Juan e 77 mila quelli che ricevono i servizi del Consolato di Mendoza, mai interrotti durante la pandemia.