foto depositphotos

Si chiama Camara de Energia y Telecomunicacion (Cenytel). È stata inaugurata in Nicaragua e al momento raggruppa una trentina di aziende che spaziano nel settore della produzione di energia: idroelettrica, solare, eolica eccetera. Ma si tratta solo dell'inizio come ha spiegato Zacarias Corea, presidente della Asociacion de promocion al Desarrollo y Sostenibilità de Nicaragua (Aprodesni). "Ci sono diversi progetti - ha spiegato - in particolare di microgenerazione energetica che si trovano in diverse regioni del Nicaragua: forniscono servizi a località remote e rappresentano importanti investimenti".

E si parla di cifre davvero ragguardevoli che hanno portato l'attenzione anche di aziende del nostro Paese. "Si parla dai 700.000 a un miliardo e 200.000 dollari in microgeneratori - ha spiegato ancora Corea - e c'è in particolare un gruppo di investitori italiani che hanno già contattato numerose società energetiche e sono già pronte per effettuare investimenti in numerose regioni di tutto il Nicaragua".