Depositphotos

Uno dei temi più sentiti in questo momento in Italia riguarda l’oramai famoso limite che prevede un massimo di quattro persone a tavolo. Sono soprattutto le Regioni e il Centrodestra a chiedere di allentare questa restrizione, affinché i ristoratori non abbiano ulteriori danni. E proprio oggi si terrà un vertice di governo dove si affronterà questo argomento. La sensazione è che si arriverà a un compromesso, sempre comunque tenendo presente che la pandemia non è mica finita.

Ma già dal sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri sono arrivate parole di una certa apertura: “Aumenterei a 8-10 posti a sedere, per poi liberalizzare ai primi di luglio, anche perché in quei giorni ci saranno 30 milioni di persone vaccinate”, le sue parole nel corso di un suo intervento a Rai Radio1.

Forza Italia, tramite il senatore Maurizio Gasparri, ha chiesto un passo indietro da parte del ministro della Salute Roberto Speranza: “Il limite di quattro persone a tavola è inaccettabile. Speranza ha rappresentato un problema per tutta la stagione dell'era covid. Deve spiegare tante cose. Rifiuta risposte. Va in televisione soltanto nei salotti amici per evitare domande scomode. Va cacciato”.

Duro anche Luigi Scordamaglia, consigliere delegato di Filiera Italia, secondo il quale il limite dei quattro posti a tavola “è inaccettabile con il 20% degli italiani vaccinati e regole di distanziamento applicate”.