Foto Depositphotos

Soffre per larghi tratti dell'incontro e rischia di andare sotto a 10' dal termine, poi però il Portogallo fa valere la legge del più forte e supera l'Ungheria del Ct torinese Marco Rossi, ammutolendo i 60mila di Budapest. Finisce 3-0 per i lusitani il primo incontro del girone F, risultato maturato negli ultimi sette minuti di gioco.

Ad aprire le marcature è Guerreiro, poco dopo che l'arbitro aveva annullato per fuorigioco la rete del vantaggio magiaro firmata da Schon. Sulla conclusione dell'esterno del Borussia Dortmund è decisiva la deviazione di Orban, che spiazza Gulacsi.

Poi comincia lo show di Ronaldo. Il campione della Juventus va a segno su rigore concesso per atterramento di Silva a opera dello stesso Orban e fa il record: mai nessuno prima di lui aveva segnato in cinque edizioni degli Europei.

Non è finita, perché proprio Ronaldo allo scadere firma la rete del definitivo 0-3, che chiude tutti i giochi e colloca Cr7 sul gradino più alto del podio dei migliori marcatori di sempre della manifestazione: staccato Michel Platini.