Si chiama Jessica Rosval, cresciuta a Montreal Islands e quando ha ricevuto il premio è stata come le sue ricette: unica. “Questo premio – ha dichiarato – non è solo mio. Uno chef non è nessuno e non fa nulla senza un team”. Ecco allora la storia di Jessica, dall’Italia al Canada. Oggi è chef di Casa Maria Luigia, celeberrimo ristorante a pochi chilometri da Modena che fa parte della galassia hospitality del super chef Massimo Bottura e Lara Gilmore. Jessica è stata nominata ‘chef donna dell’anno 2021’ dalle guide de l’Espresso. Ha 35 anni ed è appunto nata in Canada e fin da ragazzina ha frequentato le cucine dei ristoranti: era hostess ai tavoli di un piccolo locale a gestione familiare, Scarolies Pasta Emporium. “Non potrò mai dimenticare – ha raccontato – quando da dove mangiavo pane con burro, sbirciavo dentro la cucina, quello che succedeva, una grande emozione”. Prima le vibrazioni, poi, ad appena 18 anni, l’iscrizione in una scuola superiore di cucina a Montreal, il primo, fondamentale passo verso la propria vocazione. Lavoro anche duro, non certo da chef (“Pulivo 10 chili di gamberi al giorno” ha raccontato in una intervista concessa a Vogue”). Notata in una competizione da Laurent Godbout al ‘Chez L’Epicier’ comincia la propria avventura. Poi nel British Columbia, sempre nell’orbita della cucina francese. Ma l’Italia? Grazie al compagno che, dopo aver vinto un concorso, le chiede di accompagnarlo. Era il 2013 e alla Osteria Francescana, ma da cliente, resta folgorata da quei piatti. ma non solo: chiede un colloquio a Bottura e alla fine riesce a convincerlo. Ma in Italia deve ricominciare da zero, e lo fa con grande umiltà e soprattutto enorme capacità. Poi una scalata continua che comprende anche l’incarico di direttrice culinaria della AIW Association for the Integration of Women. Poi nel 2019, al momento della inaugurazione di Casa Maria Luigia, Bottura e Gilmore sanno già di avere lo chef in casa e Jessica Rosval viene promossa sul campo alla guida della cucina nella dimora settecentesca di campagna. Un successo dopo l’altro, confermato ora dal prestigioso premio ricevuto: donna chef dell’anno in Italia, niente male per chi sbirciava in cucina…