Haiti (Depositphotos)
Lunedì 21 giugno, alle ore 17.00, l'IILA - Organizzazione Internazionale Italo-Latino Americana, l'Ambasciata della Repubblica Dominicana in Italia e l'Ambasciata d'Italia a Santo Domingo presenteranno il libro "L'eredità italiana nella Repubblica Dominicana: Storia, Architettura, Economia e Società" a cura di Andrea Canepari, Ambasciatore  d'Italia a Santo Domingo, con la partecipazione di illustri ospiti istituzionali italiani e dominicani.
La presentazione si svolgerà attraverso la piattaforma Zoom e si terrà nell'ambito dell'anteprima della mostra del fotografo italiano Andrea Vierucci, che ha lo stesso nome della pubblicazione e che verrà ospitata presso le strutture dell'IILA.
Oltre al curatore del libro, interverranno: Antonella Cavallari, Segretario Generale dell'IILA; Tony Raful Tejada, Ambasciatore della Repubblica Dominicana in Italia; Milton Ray Guevara, Presidente della Corte Costituzionale; Carmen Heredia, Ministro della Cultura; Víctor - Ito - Bisonó, Ministro dell'Industria, Commercio e Mipymes della Repubblica Dominicana; Roberto Álvarez, Ministro degli Esteri; Frank Rainieri, Vice Presidente della Camera di Commercio Dominico-Italiana; Iolanda Di Stasio, Sezione Bilaterale di Amicizia Unione Interparlamentare - Repubblica Dominicana e Haiti; Marco Giomini, Capo Ufficio presso il MAECI per Messico, America Centrale e Caraibi.
Per partecipare alla presentazione Zoom, scrivere a [email protected]
Questo lavoro bibliografico fa parte delle attività culturali che l'Ambasciata d'Italia ha intrapreso nel 2021, nel quadro del 200° anniversario della nascita dell'italiano Giovanni Battista Cambiaso, fondatore della Marina Dominicana, eroe nazionale dell'Indipendenza dominicana e Console d'Italia.
Disponibile nella sua versione digitale e per essere consultata gratuitamente (https://ciaosantodomingo.com/), l'opera evidenzia il contributo che l'Italia ha dato alla storia della Repubblica Dominicana e il modo in cui figure come Juan Bautista Cambiaso, il vescovo Alessandro Geraldini, Cristoforo Colombo, Padre Fantino Falco, Amadeo Barletta e Rafael Ciferri, tra gli altri italiani di spicco, hanno lasciato, insieme agli amici dominicani, un segno indelebile nelle vicende nazionali.