Depositphotos

L'Italia negli ultimi giorni si trova a valutare lo stop all'uso delle mascherine all'aperto, laddove non ci sono rischi di assembramento. Si valuta l'acceleramento dei tempi, con un possibile annuncio univoco per il 5 luglio e non più tardi del 12 dello stesso mese.
Dopo l'annuncio del premier Mario Draghi, il quale aveva anticipato la richiesta di una valutazione al Cts, è stato poi lo stesso ministro della Salute, Roberto Speranza, a chiedere formalmente agli scienziati un parere ufficiale e definitivo.

SPAGNA E FRANCIA SONO "MASK-FREE"
Le decisioni prese dipenderanno anche dalla diffusione delle varianti, che preoccupano ancora le nazioni europee.
In Spagna già nella giornata del 26 giugno e in Francia giovedì scorso è arrivato lo "stop mascherine", mentre nelle altre nazioni europee non è mai stato imposto l'obbligo.

IL SOTTOSEGRETARIO ALLA SALUTE COSTA: "ASPETTIAMO IL CTS"
"Aspettiamo la conferma del Cts, sarà un passo importante per ricondurre l'Italia alla normalità", afferma Andrea Costa, sottosegretario alla Salute ed esponente di Noi con l'Italia, intervistato dal Corriere della Sera.