(foto depositphotos)

Lite tra Lega e Forza Italia riguardo il Ministro dell’Interno Lamorgese. La ministra per gli Affari regionali, Mariastella Gelmini, ha espresso il suo sostegno alla Ministra dell’Interno, attaccata da Salvini sul tema dei migranti. "Lamorgese da sola non può fermare il fenomeno degli sbarchi, è ingiusto prendersela con lei”.

Parole che arrivano dopo quelle pronunciate da Mara Carfagna: “La valutazione dell’efficacia dell’azione di un ministro sulla prima linea di uno dei più cronici e irrisolti problemi italiani non può essere fatta con la contabilità degli sbarchi: sta improntando un’azione di lungo periodo, l’unica che può fronteggiare un fenomeno di portata epocale, è ovvio che i frutti non siano immediati».

Dura la reazione del sottosegretario all’Interno Nicola Molteni, della Lega: “È strano che Carfagna e Gelmini siano più impegnate a difendere la Lamorgese, anziché le ragioni del centrodestra: gli italiani non vogliono un centrodestra che parla come Enrico Letta”.

Una stoccata a cui ha risposto Gianfranco Rotondi di FI: "Stupisce che Molteni si stupisca della difesa di Gelmini e Carfagna a fronte degli attacchi leghisti al ministro Lamorgese. Non è anomalo che due colleghi di governo difendano il ministro, è anomalo che ad attaccarlo sia il suo sottosegretario Molteni”.