(foto: depositphotos)

La squadra più italiana del campionato turco, il Karagumruk, è la rivelazione di questo inizio di stagione in Turchia. Roboante vittoria con lo Yeni Malatyaspor, complice anche la doppietta di Bertolacci. Trascinata dall'ex Milan, la squadra del tecnico Farioli è adesso al quarto posto in classifica.

Dal Qatar al Canada, andata e ritorno. Sebastian Giovinco, dopo aver riflettuto a lungo e rifiutato vare proposte da club italiani ed europei sembra essersi convinto a continuare la sua carriera oltreoceano. Il richiamo della MLS sembra aver fatto breccia nella Formica Atomica, ormai diretto verso il ritorno nel nordamerica.

Grandissima vittoria di Ficcadenti. Il tecnico italiano, alla guida del Nagoya, ha superato gli ottavi di finale della Champions League asiatica. Le sfida, che si è giocata in gara secca a causa della pandemia, ha premiato la squadra giapponese, che ha superato 4-2 i coreani del Daegu. Il tecnico resta dunque l'unico italiano nella competizione.

In Spagna va in onda l'ennesimo atto del rapporto sempre più complicato fra Atletico Madrid e l'arbitro Gil Manzano, pesantemente accusato da Andrea Berta, dirigente dei colchoneros. Rischia, e molto, Berta, direttore sportivo dell'Atletico. Secondo l'arbitro il dirigente sarebbe andato prima dal quarto ufficiale dicendo testualmente. "Questo arbitro è pessimo, qui non tornerà più”

Torna il sereno in quel di Adana. Dopo il disastroso esordio in Super Lig, Montella inizia a prendere le misure al campionato turco. Il 4-0 subito in casa del Karagumruk è già un ricordo per il tecnico italiano che ha trovato la prima vittoria fra le mura amiche   sulla panchina dell’Adana Demirspor: 3-1, sul Rizespor. Risultato cui ha contribuito anche Balotelli con la sua prima rete.

Torna il sereno in quel di Adana. Dopo il disastroso esordio in Super Lig, Montella inizia a prendere le misure al campionato turco. Il 4-0 subito in casa del Karagumruk è già un ricordo per il tecnico italiano che ha trovato la prima vittoria fra le mura amiche   sulla panchina dell’Adana Demirspor: 3-1, sul Rizespor. Risultato cui ha contribuito anche Balotelli con la sua prima rete.

L'esperienza di Dario Bonetti in Romania, alla guida della Dinamo Bucarest, si è conclusa nel peggiore dei modi. Il tecnico lascia la squadra dopo cinque sconfitte consecutive. Epilogo doloroso, considerando che l'allenatore italiano era rimasto per amore dei tifosi in un club che da tempo ha enormi difficoltà, tecniche ed economiche.