Depositphotos

Il sessantotto per cento degli italiani non vede l’ora di tornare a pranzare e cenare fuori casa con l’arrivo delle oramai prossime feste di Natale e Capodanno. È quanto emerge dal primo Rapporto Coldiretti/Censis sulle abitudini alimentari degli italiani in riferimento all’ipotesi di green pass rafforzato all’esame del governo che dopo l’incontro con le Regioni ha anche annunciato l’anticipo della terza dose a cinque mesi dalla vaccinazione.

Con l’avanzare dei contagi e il possibile cambio di colore sono a rischio - evidenzia Coldiretti - qualcosa come cinque miliardi di spesa in ristoranti e agriturismi per pranzi e cene nelle festività di fine anno in uno dei circa 360mila tra ristoranti, trattorie, pizzerie, agriturismi da Nord a Sud della Penisola italica dove aumenta il pericolo di un ritorno delle restrizioni a causa della ripresa dei contagi.

“Non si tratta solo di bisogno di convivialità ma anche di garantire la ripresa dell’economia e la tenuta dell’occupazione” la denuncia del presidente della Coldiretti Ettore Prandini nel sottolineare la necessità di “non mettere in crisi una filiera che dà lavoro a ben quattro milioni di persone in 740mila aziende agricole e 70mila industrie alimentari”.