foto depositphotos

La ministra della Giustizia Marta Cartabia, durante la festa del Foglio a Firenze, ha spiegato come sia sua volontà quella di intervenire in maniera forte e seria sull’indipendenza del giudice dalla stessa magistratura. "La nostra magistratura ha una forte indipendenza dal potere politico, nonostante ciò nel nostro paese si è creato il problema della garanzia dell'indipendenza del singolo giudice anche all'interno della stessa magistratura - ha spiegato la Guardasigilli - Da noi sin dal primo anno si insegna che l'indipendenza della magistratura deve essere esterna e interna”. L’idea è, quindi, quella di intervenire durante la prossima riforma del Csm, “una riforma che ci è stata sollecitata in modo molto energico dal presidente della Repubblica, che ha ragione”. La Ministra fissa anche i tempi dell’intervento, ovvero “finiti i compiti per l'Europa e il Pnrr metteremo mano a questo".