Pietro Miraglia (biologi)

“Nelle piazze e nelle città di tutta Italia stanno tornando, gazebo, drive through e hub: sono i frutti del potenziamento della campagna vaccinale anti-Covid, all'indomani del via libera all’inoculazione delle terze dosi e dell'entrata in vigore del green pass ‘rafforzato’. Resta, tuttavia, il grave dato della carenza di personale sanitario che rischia di vanificare gli sforzi fin qui messi in campo dalla struttura commissariale per la somministrazione dei vaccini, in particolare in questa fase di recrudescenza del morbo, con la diffusione della variante Omicron". Lo dichiara, in una nota, il dott. Pietro Miraglia, vicepresidente dell'Ordine Nazionale dei Biologi. "Lo ribadiamo ancora una volta: i Biologi abilitati sono pronti a fare la loro parte" prosegue il rappresentante dell’ONB. "Sono centinaia i nostri colleghi, che hanno seguito e superato l’apposito corso ministeriale che li rende idonei alla somministrazione dei vaccini anti-Covid. Purtroppo la nostra categoria non è stata coinvolta a sufficienza in questa operazione ma, lo sottolineiamo con forza, da Nord a Sud, i Biologi sono pronti a dare una mano” conclude il vicepresidente dell’Ordine.