SpaceX sta iniziando un programma per rimuovere Co2 dall’atmosfera e trasformarla in combustibile per razzi.

Unitevi se siete interessati”.

Lo twitta Elon Musk, aggiungendo in un secondo cinguettio che si tratta di una cosa “importante anche per Marte”. Il diossido di carbonio è responsabile della maggior parte dei gas serra che contribuiscono all’emergenza climatica.

Proprio l’altro ieri  il miliardario era stato nominato da Time persona dell’anno come “l’uomo che aspira a salvare il Pianeta e a darcene un altro dove potremo abitare”. “Clown, genio, bastian contrario, industriale, showman. Un folle ibrido di Thomas Edison, P.T. Barnum, Andrew Carnegie e il Doctor Manhattan di Watchmen”: così la rivista americana ha definito il “visionario” Ceo di Tesla e Space X che ha conquistato la copertina del magazine nell’anno in cui il suo colosso dell’automotive è diventato il più valutato al mondo battendo, quanto a valore di mercato, Ford e Gm messe assieme.

E’ dal 1927, quando la scelta cadde sul trasvolatore solitario sull’Atlantico, che Time celebra la persona o il concetto più significativo dell’anno. E Musk, con le sue avventure in orbita che “hanno risuscitato la moribonda industria spaziale americana”, ne è “l’erede diretto”.