Un memorandum d’intesa della durata di quattro anni che potrà avere grandi ripercussioni in tempi davvero brevi. L’hanno firmato, in Messico, ENI e UNESCO al fine di realizzare iniziative congiunte per fornire un impulso allo sviluppo sostenibile e alla economia locale attraverso la diversificazione economica, protezione del patrimonio naturale e culturale, accesso ai servizi di base con il rispetto e la promozione dei diritti umani e dell’inclusione.

In seguito a questo accordo le due parti valuteranno opportunità di collaborazione da trovare all’interno di diverse aree. “La sostenibilità – ha spiegato Alberto Piatti responsabile dello Sviluppo Sostenibile di ENI – rappresenta un punto centrale della nostra strategia e il Messico rappresenta un esempio concreto di questo modello”.

Grande soddisfazione anche da parte dell’UNESCO. “Per oltre 75 anni abbiamo contribuito alla conservazione, protezione e promozione del patrimonio culturale e naturale – le parole Frederic Vacheron rappresentante dell’organizzazione in Messico – l’UNESCO porta avanti sempre un approccio intersettoriale e multidisciplinare”.