Lorenzo Insigne (foto depositphotos)

È un dominio assoluto quello del Napoli al “Maradona“, con gli azzurri che battono in scioltezza una Salernitana decimata dal Covid, e agganciano la seconda posizione in campionato. Dopo la rete di Juan Jesus al 17′ gli ospiti riescono pure a pareggiare, al 33′, con Bonazzoli. Prima della sosta, però, Elmas viene abbattuto in area di rigore: è penalty, e Mertens lo realizza. Nella ripresa il copione non cambia: i padroni di casa gestiscono in maniera serena il match trovando anche la terza e la quarta rete: prima con Rrahmani, poi col neo entrato Insigne che, dagli undici metri (al 53′) trasforma un calcio di rigore (il secondo della giornata) decretato per un tocco di mano di Veseli (espulso). Per il capitano partenopeo, fresco di trasferimento al Toronto, si tratta del gol numero 115 messo a segno con la maglia del Napoli, tanti come Diego Armando Maradona, che gli valgono il terzo posto nella classifica dei migliori marcatori all-time in azzurro.