Bandiera italiana (foto Depositphotos)

Una notizia, tutto sommato, che fa ben sperare, quella che annuncia il ministro della Salute Roberto Speranza nel corso dell’aggiornamento del venerdì in merito alla pandemia: “Oggi non firmo nessuna ordinanza: nessuna Regione cambia colore, non succedeva da tante settimane”. Attualmente restano in zona bianca Basilicata, Molise e Umbria mentre Abruzzo, Friuli-Venezia Giulia, Piemonte, Sicilia, e Valle Aosta rimangono in arancione. Tutte le altre Regioni sono in zona gialla. Da segnalare poi che in Liguria è arrivata la la nuova variante (della variante): si chiama Omicron 2 ed è stata sequenziata presso i laboratori del Policlinico San Martino di Genova. La notizia arriva dalla direzione dell’ospedale che in una nota stampa conferma la presenza di due casi accertati, il primo confermato dopo il sequenziamento di routine al San Martino mentre il secondo emerso dal sequenziamento di un campione derivante dal monitoraggio nazionale, che coinvolge il laboratorio dell’ospedale. Matteo Bassetti, direttore dell’Unità Operativa Clinica Malattie Infettive proprio presso il Policlinico San Martino, aveva scritto su Facebook a proposito di Omicron 2: “In Danimarca la variante Omicron 2 ha preso il sopravvento diventando predominante. Calcoli preliminari indicano che Omicron 2 è una volta e mezza più contagioso di Omicron. Naturalmente, seguiamo da vicino lo sviluppo e se è più contagiosa, potrebbe significare che l’ondata di infezioni sarà maggiore e si estenderà ulteriormente fino a febbraio rispetto alle proiezioni precedenti. Quello che però sembra certo è che non aumentano i ricoveri per forme gravi. Quindi Omicron 2 morde meno, soprattutto nei vaccinati, come del resto Omicron”.