foto: depositphotos

Si chiama BA.2 ma è conosciuta con il termine, sicuramente più semplice da ricordare, di Omicron 2. La sotto-variante di Omicron adesso è “sbarcata” in Italia. I primi casi sequenziati della cugina più prossima della nuova variante dominante nel Belpaese – e in tutta Europa – sono stati sequenziati nei giorni scorsi.

Altrettanto veloce nel diffondersi, bisogna capire se sia meno aggressiva. Di sicuro ha diversi punti in comune con Omicron e potrebbe essere presto seguita da un’altra sotto-variante in rapida espansione, BA.3: Omicron 3, per intenderci.

Per il momento, comunque, il “primato” di Omicron 1 non è in discussione. Secondo gli esperti dell’Iss e del Ministero della Salute, con l’ausilio dei laboratori regionali e della Fondazione Bruno Kessler, la versione più contagiosa ma meno letale del Covid-19 ha una prevalenza in Italia del 95,8%.