Gentile direttore,
caro Mimmo,

solo per manifestarti ancora più stima, amicizia e ammirazione, dopo lo squallido evento che ho letto su Gente d’Italia e che ho stigmatizzato sulla mia pagina Facebook.
La penosa e voluta cecità del Comites di Montevideo è un attacco alla libera stampa, verso un quotidiano indipendente da sempre voce della comunità italiana in Uruguay. Una testata che leggo ogni giorno da L’Aquila per informarmi sulla vita degli italiani in Uruguay. Scandaloso il voto contrario “consultivo”, dato dal Comites con motivazioni inconferenti, speciose e forse innominabili. La mia solidarietà al giornale, alla Redazione e al direttore Domenico Porpiglia, un uomo dalla schiena diritta sempre, che ha tutta la mia stima e ammirazione. Bene ha fatto, a tutela del giornale, a denunciare per falsità i dieci componenti del Comites per il loro voto.”

Buon fine settimana
Goffredo Palmerini