Depositphotos

Sono rassicuranti i dati raccolti da Agenas e relativi all’occupazione dei posti letto in terapia intensiva da parte di pazienti positivi al Covid. In tutto il paese, infatti, la soglia di occupazione è inferiore al 10%.

L’aggiornamento è al 22 febbraio e conferma il progressivo calo nell’ospedalizzazione dei pazienti, sceso di un ulteriore punto percentuale rispetto all’ultima rilevazione: al momento è al 9%.

Stabile al 20%, invece, l’occupazione dei reparti di area medica non critica, con situazione non preoccupante in tutta Italia. Unica provincia dove i posti letto occupati nelle intensive sono in crescita è quella di Trento.