Uno degli spettacoli più straordinari e unici al mondo: la Cappella Sistina. Un’opera d’arte che si può osservare soltanto ai Musei Vaticani, ma con una piccola eccezione grazie alla tecnologia. L’opera di Michelangelo è stata infatti ricreata grazie all’impiego di fotografie a tessuto che consentono allo spettatore di esplorare, quasi come si stesse nel luogo originale, il capolavoro del Maestro italiano. Ma non solo: grazie a questa particolare ricostruzione, è possibile osservare l’opera d’arte da molto più vicino di quanto è possibile fare al Vaticano. Dal 1982 al 1994 la Cappella Sistina è stata restaurata da un team giapponese che ha avuto il permesso dall’autorità pontificia di eseguire fotografie dettagliate ad alta risoluzione che poi sono state trasferite su speciali reti di tessuto che hanno consentito la ricostruzione del capolavoro creando una mostra itinerante che si chiama ‘A Different View’. Ecco allora che la Cappella Sistina, la copia autorizzata dal Vaticano, fa tappa nel Rhode Island, a Providence dove resterà per quattro settimane regalando in questo modo ai visitatori emozioni straordinariamente uniche.