Foto Depositphotos

Poteva essere un’altra strage. Una donna ha sparato con la sua pistola, regolarmente detenuta, e ha ucciso un 37enne che, armato di fucile semiautomatico, aveva iniziato a sparare sulla folla durante un party in strada a Charleston, nel West Virginia. 

L’uomo, Dennis Butler, aveva precedenti penali ed era stato invitato ad allontanarsi con la sua auto dalla zona della festa. Dopo pochi minuti, però, ha fatto ritorno armato di un fucile Ar-15: arma di cui la polizia non ha saputo spiegare come fosse in suo possesso.

Una volta uditi i primi colpi, la donna ha sparato all’uomo nella sua auto. “Invece di fuggire o mettersi al riparo, ha affrontato la minaccia e ha salvato diverse vite umane”, ha sottolineato un portavoce della polizia. La vicenda ripropone e alimenta il dibattito sull’opportunità di acquistare e detenere armi negli Stati Uniti.