Foto Depositphotos

In Italia arriverà un battaglione per la difesa aerea a corto raggio. Lo ha reso noto il Pentagono spiegando che gli States invieranno nel nostro Paese un raggruppamento composto da 65 militari. Il gruppo, hanno precisato al dipartimento della Difesa Usa, è un’unità subordinata al battaglione per la difesa aerea a corto raggio già stanziato in Germania.

Nel Regno Unito, invece, saranno dispiegati due nuovi squadroni di caccia multiruolo di quinta generazione F-35. In Polonia e nei tre Paesi baltici – Lituania, Lettonia ed Estonia – arriveranno nuove truppe in rotazione. Infine, due nuovi cacciatorpediniere Usa (oltre ai quattro già presenti) saranno inviati alla base navale di Rota, in Spagna.

Le “nuove forze americane che saranno schierate in Italia sono costituite dai militari e da un sistema di difesa aerea”, ha chiarito, dal canto suo, il premier Mario Draghi. “Il ministero della Difesa – ha aggiunto – mi ha spiegato che si tratta di un assestamento già in programma”. Draghi ha inoltre precisato di non ritenere che esista “il rischio di una escalation” con la Russia.