(fonte Depositphotos)

Matteo Salvini mostra i muscoli. Lungo incontro, ieri, a Palazzo Pirelli, tra il leader della Lega, il governatore lombardo Attilio Fontana ed i consiglieri regionali del Carroccio. Al termine del vertice, servito a Salvini per “blindare” la ricandidatura del presidente uscente, l’ex vicepremier non ha lasciato dichiarazioni, ma secondo lo scenario tratteggiato dal portale “Affari Italiani”, sembra proprio che il Carroccio sia pronto a sbattere la porta mollando il governo. “Se la sinistra insiste con droga libera, cittadinanza facile e Ddl Zan, faremo vedere di che pasta è fatta la Lega”, avrebbe detto Salvini ai leghisti convocati a Milano. “Ora basta. Le emergenze sono aumento di stipendi e pensioni, sono il lavoro e il taglio delle tasse, l’autonomia e la lotta all’immigrazione clandestina. Non altro” avrebbe aggiunto. Ancora. Fonti del partito di via Bellerio spiegano che il Carroccio non potrebbe mai restare in una maggioranza che approva provvedimenti che sono fumo negli occhi per gli elettori di destra.