Qualificato, ma col decimo tempo. E secondo nella sua batteria. Non può essere soddisfatto Marcell Jacobs dopo la prima uscita sulla pista di Eugene, ai Mondiali americani di atletica leggera. 

Il campione olimpico dei 100 metri ha chiuso la sua batteria in 10″04, battuto dal giamaicano Oblique Seville. Ha eguagliato il suo primato stagionale, stabilito a Savona, ma sembra lontanissimo dalla condizione di Tokyo. 

“Sapevo di non essere al 100%. Non sto benissimo, ma ho voluto essere qui in ogni modo possibile”, le sue parole. “La partenza non è mi è dispiaciuta e nemmeno la prima parte di gara. Ma nel momento in cui di solito tiro fuori il meglio, il problema fisico che mi accompagna non mi ha permesso di tirar fuori la mia vera corsa, di lasciarmi andare, di avanzare come son solito fare”.