L’Istituto Italiano di Cultura di Lima apre le sue porte e organizza, per domenica 31 luglio, alle ore 10:00, una visita guidata all’edificio che lo ospita in Avenida Arequipa. Si tratta di uno splendido palazzo costruito tra il 1929 e il 1930, riconosciuto come centro della vita culturale della comunità italiana e patrimonio culturale della Nazione.
Nel corso della visita sarà possibile addentrarsi nei diversi spazi dell’Istituto, come la Galleria d’arte “Mario Sironi”, la sala espositiva “Antonio Raimondi” e il noto Teatro “Luigi Pirandello”. L’evento, ad ingresso libero, ha già registrato il tutto esaurito.
Il bellissimo palazzo nel quale si trovano gli uffici dell’Istituto Italiano di Cultura è situato nelle vicinanze del centro storico della città e a pochi chilometri dall’Oceano Pacifico. Il 21 marzo 1972 l’edificio fu donato dalla collettività italo-peruviana alla Repubblica Italiana. Nell’anno 2000 è stato dichiarato “Monumento facente parte del Patrimonio Culturale della Nazione” dall’Istituto Nazionale di Cultura del Perù.
L’Istituto Italiano di Cultura è dotato di 24 aule per l’insegnamento dei corsi d’italiano e di un laboratorio linguistico multimediale. Dispone inoltre di un’ampia e varia biblioteca, dell’Auditorium “Leonardo da Vinci”, della Galleria d’arte “Mario Sironi”, della sala espositiva “Antonio Raimondi” e del “Teatro Pirandello”, noto spazio culturale che si qualifica come il quarto teatro della città di Lima per capienza di pubblico (700 posti tra platea e galleria). In aggiunta, al proprio interno l’Istituto ospita una foresteria e i locali della “Caffetteria Romeo”. Nello stesso isolato, infine, è presente la Cappella Santa Maria del Fiore. I due suggestivi chiostri centrali, oltre a essere un bell’esempio dell’architettura limense della prima metà del Novecento, sono un punto d’incontro per il pubblico degli eventi e per gli studenti che frequentano i corsi di lingua e cultura italiana.