Caos migranti: linea dura della Francia contro l’Italia. “Se l'Italia non accoglie le navi e non accetta il diritto del mare sul porto sicuro non ha senso che i Paesi che ricevono i ricollocamenti, come Francia e Germania, siano gli stessi che accolgono le navi".

Lo ha detto, ieri, il ministro dell'Interno francese, Gerald Darmanin, al suo arrivo al Consiglio straordinario europeo Affari interni sui migranti. "Fintanto che il Paese che riceve i ricollocamenti sarà lo stesso che accoglie le navi non metteremo in atto i ricollocamenti che avevamo cominciato", ha sottolineato ancora il ministro.

Dal canto suo il vicepresidente della Commissione europea Margaritis Schinas ha rivelato al consiglio dei ministri degli Interni che occorre essere "pronti a sostenere il codice di condotta delle ong”. Si va verso un “quadro unico europeo entro il 2024".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome