La Colombia è seriamente preoccupata per l'emergenza migranti. Sono 550mila le persone di origine venezuelana residenti nel paese e gli ingressi sono aumentati del 110% dall'inizio della crisi politica a Caracas, con migliaia e migliaia di persone in fuga dalla crisi e da possibili sconti.

Per questo motivo il presidente Santos ha annunciato la creazione di un centro di attenzione per i migranti, progettato con l'ausilio delle Nazioni Unite. Il centro avrà una capacità iniziale di 2000 persone e sorgerà nei pressi della città di Cucuta, a 10 km dal confine. Anche l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Acnur) aprirà un ufficio nella struttura.

Inoltre, Santos ha annunciato che il sistema degli ingressi nel paese sarà regolato da un capillare censimento e che alla frontiera saranno dislocate nuove truppe. Il presidente ha rimarcato che la Colombia "non aveva mai vissuto una situazione simile nella sua storia".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome