La statua di Cristoforo Colombo a New York

Una coalizione di associazioni italo-americane si è appellata alla Landmarks Commission della città di New York per un aiuto al fine di proteggere la statua di Cristoforo Colombo a Columbus Circle. Recentemente infatti il monumento è stato al centro di controversie derivanti dal trattamento subito dai nativi americani oltre 500 anni fa. In seguito a tutto ciò il sindaco Bill de Blasio prima aveva istituito una commissione per decidere il destino dei monumenti della città, poi il mese scorso ha proposto l'installazione vicino alla statua di segnali che raccontassero tutta la storia riguardante Colombo. Ora la Columbus Heritage Coalition sta invece cercando di far ottenere un nuovo status al monumento, che impedirebbe la presenza di questi "cartelli segnaletici" come vorrebbe il sindaco. "Crediamo - ha spiegato Angelo Vivolo a nome della Columbus Heritage Coalition - che la Landmark Preservation Laws di New York offra quella protezione che stiamo cercando e della quale siamo stati privati dal rapporto della Commissione stabilita dal sindaco con le sue raccomandazioni di modificare il panorama in cui è inserita la statua di Colombo. Infatti siamo rimasti stupiti quando abbiamo imparato che questo monumento, che ha oltre 125 anni, non ha mai beneficiato delle leggi in proposito". Un portavoce della Landmarks Commission, ha però spiegato che, generalmente, le statue sono in genere amministrate dalla Public Design Commission, sebbene la sua Commission presenti delle raccomandazioni. "Come orgoglioso membro della comunità italo-americana- ha invece fatto sapere, a differenza di quello del sindaco, l'ufficio del governatore Andrew Cuomo - si sostiene fortemente ogni sforzo per preservare e proteggere la storica statua di Colombo, onorando anche i nativi americani".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome