Si fa male la gamba in casa ballando la mazurka con il figlio: operata al femore a 104 anni. Sta bene. E' successo a Torino (foto di repertorio).

Gli interventi per il cambio di sesso sono in aumento negli Stati Uniti, secondo quanto riportato da nuovo uno studio della John Hopkins University School of Medicine. I ricercatori spiegano di aver analizzato i dati del National Inpatient Sample relativi al periodo 2000-2014 e a circa 1.000 ospedali negli Stati Uniti, che statisticamente rappresentano più o meno il 95% della popolazione americana. Ebbene, sono stati stimati circa 37.827 appuntamenti fissati per una consulenza chirurgica sulla "riassegnazione di genere". L'età dei pazienti risulta compresa da 26 a 49 anni. Intorno ai 4.000 gli interventi chirurgici veri e propri effettuati. Gli autori dello studio, guidato da Joseph Canner e Omar Harfouch e pubblicato su "Jama Surgery", hanno dunque calcolato che il numero di pazienti sottoposti a chirurgia genitale è aumentato drasticamente negli ultimi anni: dal 2000 al 2005, il 72% dei pazienti sottoposti a procedure di riassegnazione di genere negli Stati Uniti ha deciso di sottoporsi a chirurgia genitale; dal 2006 al 2011, questa percentuale è aumentata fino a raggiungere l'83,9% dei pazienti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome