Nel 2015, nell'ambito del progetto Downland, in Italia, in Piemonte, ad Asti, è stato inaugurato il primo albergo ad essere gestito da personale con sindrome di Down. Ora in Argentina, a Carlos Paz, si è dato inizio allo stesso percorso. Così l'Albergo Etico di Asti ha il proprio omologo nell'Hotel El Cid della città argentina che si trova nella provincia di Cordoba.

La replica dello stesso progetto che vuole generare oltre a nuove opportunità di lavoro anche, se non soprattutto, l'inclusione. Dall'altra settimana un gruppo composto da cinque ragazzi con sindrome di Down, ha cominciato a svolgere la propria attività lavorativa all'interno dell'Hotel El Cid che appartiene a Rodrigo Serna, che è anche il presidente della Asociacion Hotelera y Gastronomica. I nuovi assunti sono stati diretti nei settori della reception, cucina, manutenzione e i servizi di pulizia.

Al via della nuova esperienza argentina, segnata da una conferenza stampa per sottolineare l'importanza dell'avvenimento, era presente anche Mauro Degna, il fondatore di 'Albergo Etico'. Assieme a lui c'era anche Lucia Torres, presidente della fondazione Unidos per la Inclusion Social (UPIS), ma anche ovviamente il proprietario dell'albergo, Rodrigo Serna.

Il progetto argentino che si sta svolgendo nella città di Carlos Paz, importante località turistica, vuole essere però solo la prima tappa di un percorso che ha già come obiettivo primario, l'apertura di un hotel-scuola esclusivamente frequentato da giovani con sindrome di Down. 'Albergo Etico', come progetto-missione, nasce in Italia nel 2006 grazie a un gruppo di amici che esercitavano la loro professione in settori diversi, professionisti della ristorazione, turismo e architettura. Poi l'albergo di Asti, creato in una antica casa di ringhiera a corte chiusa in mattoni che adesso ha cominciato a vedere replicato il proprio progetto a migliaia di chilometri di distanza.

Sandra Echenique

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome