Ha scelto il mare quasi un italiano su tre (33%) che ha colto l’occasione per fare vacanza nei ponti di primavera ma molto gettonato è il turismo verde tra campagne, parchi e oasi naturali (32%) che batte le città d’arte (20%), la montagna e i laghi.

E’ quanto emerge da una indagine Coldiretti/Ixè, per la giornata mondiale della Terra, nel lungo ponte del 25 aprile durante il quale 7 milioni di italiani hanno deciso di mettersi in viaggio.

A favorire le partenze per la Festa della Liberazione sono state – sottolinea la Coldiretti – le positive previsioni meteo che hanno condizionato ben il 79% dei vacanzieri secondo l’indagine.

Il sole ha spinto gli italiani all’aria aperta sia per una breve vacanza che per una semplice gita in giornata, dopo un inizio primavera più freddo e molto piovoso con la caduta a marzo del 74% in più della media, secondo l'analisi della Coldiretti su dati Isac Cnr.

Tra le destinazioni dei ponti di primavera accanto al mare, che si classifica come meta preferita, buone sono le presenze per il turismo verde nelle campagne, nei parchi, in oasi e riserve dove con l’arrivo del caldo è possibile assistere al risveglio della natura.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome