Antonella Cavallari, direttore per l'America Latina, del Ministero per gli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, nel suo viaggio per l'America Latina si è fermata anche in Bolivia con l'intenzione di esplorare le opportunità al fine di migliorare le relazioni tra la nazione sudamericana e l'Italia. Una presenza importante anche perchè, come è stato sottolineato, sono diversi anni che tra le due nazioni non vengono effettuati incontri politici. Cavallari così a La Paz si è incontrata con diversi esponenti anche della diplomazia locale.

Uno degli argomenti più importanti la cooperazione nella lotta contro il crimine organizzato, poi ancora il clima e anche l'avvio del progetto 'tren bioceanico' che rappresenta attualmente per la Bolivia uno dei punti di maggior rilievo. E in una intervista rilasciata ai media boliviani, Antonella Cavallari ha spiegato in dettaglio i suoi incontri.

"Era tempo che non si assisteva a una visita italiana in Bolivia - ha spiegato - ecco allora che il nostro obiettivo è di rivitalizzare questo rapporto di consultazioni e di dialogo e per questo mi sono riunita anche con la vice cancelliere della Bolivia Carmen Almendras e i progetti prioritari riguardano quelli facenti parte di un programma di cooperazione. Mi sono riunita anche con il vice ministro dell'ambiente Carlos Ortuno".

Antonella Cavallari è nata a Roma il 12 giugno 1961. Si è laureata in Scienze politiche all'Università di Firenze il 30 aprile 1984. Ha iniziato la propria carriera diplomatica il 14 febbraio 1987 in seguito a un concorso dopo il quale fu nominata 'volontario'. Attualmente dirige il settore America Latina e Caraibi alla Farnesina, incarico che le è stato conferito dopo essere stata ambasciatrice in Paraguay dall'8 febbraio 2013 all'agosto 2016 quando è stata rilevata ad Asuncion dall'attuale rappresentante italiano Gabriele Phillip Annis.

Sandra Echenique

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome