Nicaragua, la denuncia di Vivanco (Hrw): "La crisi nel paese sta assumendo una dimensione regionale"

Un liceale 16enne è morto travolto da un autobus davanti alla sede dell'Università Politecnica (Upoli) di Managua, occupata da settimane da studenti opposti al governo di Daniel Ortega, in quello che gli studenti stessi hanno denunciato come un atto di provocazione di gruppi irregolari del sandinismo.

LA VERSIONE DI ALCUNI MEDIA 
In una conferenza stampa trasmessa su Facebook, un portavoce degli studenti ha informato che Angel Reyes, un ragazzo che si era unito alla protesta degli universitari, è stato travolto da un autobus della linea 104, poco dopo le 13 di ieri (le 21 in Italia). Lo stesso episodio è stato presentato in modo radicalmente diverso dai media pro governativi, secondo i quali "i delinquenti che stanno terrorizzando il paese" hanno rubato l'autobus e quando l'autista ha opposto resistenza "uno dei vandali è caduto dal veicolo in movimento ed è finito sotto le ruote".

"NOI NON ABBIAMO RUBATO NIENTE"
Il portavoce degli studenti ha fatto vedere l'autobus, parcheggiato davanti all'Upoli, e ha dichiarato che "noi non abbiamo rubato niente, sono i sandinisti che lo hanno lasciato qui per accusarci di vandalismo" aggiungendo, mentre mostrava le chiavi del veicolo, che "il proprietario puo' passare a cercarlo quando vuole".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome