Migranti, la Lifeline

"Caro Matteo Salvini, noi non abbiamo carne a bordo, ma esseri umani. Noi la invitiamo gentilmente a convincersi che si tratta di persone che noi abbiamo salvato dall'annegamento. Venga qui, è il benvenuto". E' il tweet della ong tedesca Lifeline, la cui nave di soccorso con a bordo 239 migranti, salvati dalle acque libiche la mattina del 21 giugno, è ormai da quattro giorni in acque di ricerca e soccorso maltesi in attesa di avere l'indicazione di un porto dove approdare.

OGGI VERTICE A BRUXELLES
Nel frattempo oggi a Bruxelles è previsto un incontro tra i capi di Stato e di governo dei Paesi dell'Unione europea. Un summit in formato ristretto per cercare di allentare le tensioni in materia di migrazioni, inasprite dalla vicenda della nave Aquarius, in vista del Consiglio europeo della prossima settimana. Alla "riunione informale", organizzata dalla Commissione, partecipano sedici Paesi membri: Francia, Germania, Italia, Spagna, Austria, Bulgaria, Malta, Grecia, Belgio, Olanda, Croazia, Slovenia, Lussemburgo, Finlandia, Danimarca e Svezia. I Paesi di Visegrad (Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca e Slovacchia), invece, hanno fatto sapere di non essere interessati alla riunione ristretta.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome