Il logo del Cgie

Con la recente riforma del Cgie il numero dei consiglieri ha subito un taglio e non tutti i Paesi avevano un loro rappresentante eletto. Sino ad oggi. Durante la plenaria in corso alla Farnesina, il segretario generale Michele Schiavone ha infatti dato lettura delle deleghe stabilite dalle Commissioni continentali ad alcuni dei loro membri.

Sono stati dunque designati: in Europa i consiglieri Nulli e Billè per l’Irlanda, Mazzaro per l’Austria e la Romania, Stabile per il Portogallo, Mantione per la Danimarca, Musillo per il Principato di Monaco e Papais per la Croazia; nei Paesi anglofoni extraeuropei Pinna per Egitto, Tunisia, Etiopia e Kenya e Papandrea per la Nuova Zelanda; e in America Latina Paglialunga e Palermo per il Paraguay; Gargiulo per la Bolivia, Alciati e Sangalli per Ecuador e Messico, Vellone e Collevecchio per la Colombia e Carrara e Collevecchio per Panama e Repubblica Dominicana.

Le rappresentanze sono state già informate delle nomine e il consigliere De Vita ha invitato i delegati a prendere contatto con esse. Dopo questo annuncio sono state proprio le Commissione Continentali a riportare in assemblea i risultati delle ultime riunioni, per poi chiudere i lavori e darsi appuntamento a domani. Non prima però di aver assistito ad un video, un “regalo”, ha detto Schiavone, che Vignali e la sua direzione generale hanno voluto offrire oggi al Cgie.

Un “omaggio alla storia italia all’estero attraverso il cinema italiano”: da I Magliari a Pane e cioccolata, da Nuovo mondo a My name is Tanino. Per concludere sulle note di Viva l’Italia di Francesco De Gregori e ricominciare a lavorare.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome