Il maltempo torna a sferzare l'Italia, colpendo in particolare il centro-Sud dove per tutta la giornata trombe d'aria, pioggia, grandine e vento forte non hanno dato tregua. In Puglia è crollata la facciata di una chiesa, mentre in Calabria alcune violente trombe d'aria hanno travolto il Catanzarese e il Crotonese causando diversi danni e anche alcuni feriti lievi.

VORAGINE AL CIRCEO: UN DISPERSO
A San Felice Circeo, invece, si è aperta una voragine sulla via Pontina, l'arteria principale che collega il litorale sud del Lazio con Roma, inghiottendo un'auto, ritrovata completamente sepolta. Uno dei due passeggeri è stato tratto in salvo ed è ricoverato in ospedale, mentre il secondo, Walter Donà, un imprenditore edile di 68 anni che era alla guida del mezzo, è ancora disperso. L'episodio risale a questa mattina, quando le abbondanti piogge hanno probabilmente causato lo smottamento della strada, aprendo una voragine sull'intera carreggiata, ampia 12 metri e profonda 8.

SOMMOZZATORI AL LAVORO
Secondo quanto raccontato da alcuni testimoni, un uomo è stato trascinato via dall'acqua. Proprio in quel punto della Pontina, infatti, un canale passa sotto la strada. Al lavoro anche i sommozzatori dei vigili del fuoco, che stanno scandagliando i corsi d'acqua per poter trovare il disperso. A chiarire le cause del collasso sarà l'inchiesta aperta dalla procura. L'area è stata posta sotto sequestro.

POLEMICHE SULLA SICUREZZA DELLA STRADA
Inevitabili le polemiche politiche sulla sicurezza della strada. L'ex presidente della Regione, Renata Polverini, parla di "tragedia dell'incuria", mentre per Stefano Pedica del Pd c'è "una vera e propria emergenza sicurezza". La Pontina, ora gestita dall' Astral, società della Regione Lazio, da gennaio tornerà all'Anas e da gennaio, ha assicurato di recente il ministero delle Infrastrutture, saranno avviati gli interventi di messa in sicurezza. Attesi da anni.

TROMBE D'ARIA IN PUGLIA E CALABRIA
Sono state le trombe d'aria, invece, a seminare il panico in Puglia e Calabria. Nel Capo di Leuca è crollata la facciata della chiesetta di San Nicola, mentre a Marina Serra è crollata la canonica, per fortuna senza conseguenze per le persone. La tromba d'aria ha distrutto un bed&breakfast e devastato uno dei bar-ristoranti più rinomati, il "Menamé". Domani molte scuole resteranno chiuse per la verifica dell'agibilità. La forza del vento ha divelto alberi, tetti e capannoni, tra le province di Catanzaro e Crotone. Alcune persone sono state tratte in salvo dopo essere rimaste bloccate in auto. A San Sostene, il cedimento di un muro di recinzione ha tranciato la tubazione di un serbatoio di Gpl, con conseguente fuoriuscita del gas.

FERITI LIEVI A CROTONE
Alcuni feriti lievi a Crotone, tra Botricello e Cropani Marina. Le persone che si trovavano nell'area esterna dei centri commerciali si sono dovute rifugiare in una zona riparata. Il forte vento ha anche danneggiato alcuni pali della pubblica illuminazione e della segnaletica stradale. E le previsioni del tempo non promettono nulla di buono per i prossimi giorni. Nella notte tra oggi e domani è attesa una perturbazione atlantica proveniente dalla Francia, che lambirà il Nord-Ovest per scivolare verso le regioni centro-meridionali. Tra lunedì sera e martedì una terza perturbazione porterà ancora Maltempo nel centro-Sud.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome